loader image

Organizzare un viaggio in bici elettrica: come muoversi

Il cicloturismo è una passione che coinvolge migliaia di italiani; la cosa più affascinante è che si tratta di un tipo di svago in grado di associare tra loro persone di età e indole diverse, unite in uno stesso modo di relazionarsi con le idee di viaggio e di avventura.

Il boom delle biciclette elettriche ha alimentato un nuovo modello di cicloturismo, in grossa parte simile al ben più radicalizzato trekking in bici ma con esigenze specifiche leggermente differenti. Ecco alcuni utili consigli per organizzare un viaggio con la bicicletta a pedalata assistita.

Coinvolgere

Prima di tutto, occorre raccogliere un buon numero di adesioni, utile a stabilire in maniera almeno approssimativa un gruppo di partecipanti. Qui, la problematica maggiore può derivare dalla mancanza di attrezzature adeguate, per cui vi rimandiamo al punto successivo.

Scegliere la meta

Scegliere la destinazione più appropriata significa considerare diversi parametri: budget, esperienza del gruppo (elemento cruciale nella definizione dell’itinerario) e servizi. Riguardo ai servizi, va sottolineato che sono sempre più numerose le strutture turistiche improntate prettamente per questo tipo di turismo e che forniscono la possibilità di noleggiare pedelec e strutturati per favorire la ricarica dell’accumulatore e la custodia del mezzo. Si consiglia di scegliere destinazioni in grado di garantire più percorsi, modulati su difficoltà diverse, in modo da assecondare le esigenze di tutti.

Prima di partire…

Se siete provvisti di un mezzo proprio e, dunque, non necessitate di noleggiare una e-bike sul posto, dovrete inevitabilmente provvedere alla messa a punto del mezzo, assicurandovi che sia perfettamente in grado di garantire escursioni tranquille. Un controllo approfondito deve interessare l’efficienza della batteria (si consiglia di testare le capacità e l’autonomia del mezzo prima della partenza), lo stato dei copertoni, il corretto funzionamento del motore. L’attrezzatura necessaria comprende anche una bisaccia sufficientemente capiente (in base alle vostre esigenze specifiche) e un affidabile sistema di illuminazione. Meglio avere tutto a norma prima di partire poiché gestire emergenze sul posto, in realtà poco conosciute, è sempre un rischio da cui possono insorgere problematiche non indifferenti.

Le alternative di viaggio

Esistono diverse tipologie di percorso elaborate appositamente per gli amanti della bici elettrica: la modalità più diffusa è quella definita ‘a stella’ e che consiste in un punto di riferimento centrale che fa da campo base, intorno al quale si articola una serie di percorsi da esplorare giorno dopo giorno, dosando la difficoltà man mano che si entra in confidenza con il territorio. Molto gettonate dai meno esperti sono i tour all’interno delle città d’arte, poiché permettono di esplorare ma in un contesto controllato, servito e urbanizzato.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Commenti

mood_bad
  • Ancora nessun commento.
  • Aggiungi un commento
    Aggiungi Attività